Articoli e News

giu042020

Sospensione dei termini e accertamento con adesione - Articoli 67 e 83 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. decreto “Cura Italia”) – Chiarimenti

La circolare n. 6 del 23 marzo 2020 ha fornito le prime indicazioni sulla sospensione dei termini e in particolare sull’accertamento con adesione, previsti dal decreto Cura Italia, D.L. n. 18 del 2020. COSA ACCADE DURANTE IL PERIODO DI SOSPENSIONE DEI TERMINI DI IMPUGNAZIONE? Per gli avvisi notificati prima del 9 marzo 2020 ed il cui termine di impugnazione era ancora pendente a tale data, il termine per ricorrere resta sospeso dal 9 marzo al 15 aprile, riprendendo gli stessi a decorrere dal 16 aprile. Per gli avvisi eventualmente notificati tra il 9 marzo e il 15 aprile 2020,...

Sospensione dei termini e accertamento con adesione - Articoli 67 e 83 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. decreto “Cura Italia”) – Chiarimenti

mag252020

Decreto Rilancio, vademecum dell'Agenzia delle entrate

Il decreto Rilancio (decreto legge n. 34/2020) affronta diversi temi che variano dal contributo a fondo perduto, ai bonus per la casa ai termini della sospensione delle cartelle di pagamento. A fare chiarezza, soprattutto sul fronte agevolazioni fiscali, ci pensa l'Agenzia delle entrate con un utile vademecum (in allegato).

Decreto Rilancio, vademecum dell'Agenzia delle entrate

mag252020

Le novità del decreto rilancio in tema di rottamazione ter

Il Decreto Legge n. 34/2020 – cd. Decreto Rilancio – è intervenuto sulla disciplina della “Rottamazione-ter” per consentire una maggiore flessibilità nei pagamenti delle rate in scadenza nel 2020. In particolare, per i contribuenti che sono in regola con il pagamento delle rate scadute nell’anno 2019, l’art. 154 lettera c) del citato decreto, prevede che il mancato, insufficiente o tardivo pagamento alle relative scadenze delle rate da corrispondere nell’anno 2020, non determina la perdita dei benefici delle misure agevolate se il debitore effettuerà comunque l’integrale...
mag222020

TFM: deducibilità senza limitazioni.

Secondo la giurisprudenza maggioritaria, l’indennità di fine mandato (TFM) corrisposta a favore degli amministratori, pur essendo sostanzialmente assimilabile all’indennità di fine rapporto prevista per i lavoratori dipendenti, è un costo deducibile nell’ammontare senza i limiti posti dalla normativa civilistica e fiscale per il trattamento di fine rapporto dei lavoratori subordinati. (Ctr Lombardia 864 e 3749 del 2018, Ctp Lecco 164 del 2017, Ctr Veneto 196 del 2016 e Ctr Lazio 25 del 2012.) La giurisprudenza minoritaria, al contrario, ha considerato indeducibile l’accantonamento...
mag132020

L’avviso di accertamento cartaceo “firmato digitalmente” è nullo ai sensi dell’art. 42 Dpr 600/1973.

È insanabilmente nullo l’avviso di accertamento notificato dall’Agenzia delle Entrate in modalità cartacea se sottoscritto con firma digitale dal Direttore Provinciale. Questo è quanto stabilito dalla CTR Liguria con la sentenza 20 gennaio 2020, n. 56. La pronuncia della CTR Liguria è in linea con la consolidata giurisprudenza in materia. Per un approfondimento si segnala: CTR Piemonte n. 842/2019; CTR Napoli n. 3848/2019; CTP Treviso, Sent. n. 55/2018; CTP Vicenza n. 74/ 2018; CTP Chieti n. 340/2018; CTP Pescara n. 926/2017. Secondo la citata giurisprudenza, la firma digitale su...

Archivio