Approfondimenti

mar262020

Maltrattamenti durante la quarantena

In caso di maltrattamenti e violenza domestica saranno i maltrattanti a dover lasciare la casa e non le vittime. Questa è la decisione della Procura di Trento in risposta alla situazione denunciata con forza dalle associazioni e dai centri antiviolenza. L’obbligo di rimanere in casa per la propria incolumità espone alcune persone alla condizione opposta, al pericolo, poiché costrette nel piccolo spazio domestico a convivere per molte ore a stretto contatto con i maltrattanti. L’effetto, che purtroppo viene confermato dai dati, è la drastica diminuzione delle richieste d’aiuto la...
mar262020

Il proprio domicilio durante il COVID19. Non sempre un luogo sicuro

Una pandemia è una situazione estremamente delicata che pone gli Stati di fronte a scelte importanti e innovative. L’obiettivo principale da perseguire è ovviamente garantire l’incolumità dei cittadini, evitando il dilagare del virus. Non a caso, l'imperativo ripetuto come un mantra dalle istituzioni è di rimanere a casa. Lo scopo del presente contributo è quello di riflettere su alcune particolari situazioni in cui vi sono persone la cui permanenza forzato nel loro stesso domicilio è un rischio. Una riflessione, rivolta prima di tutto a noi singoli cittadini, ma anche per...
mar172020

Restrizioni Covid-19

Un’autorevole Procura della Repubblica del nord Italia in una comunicazione rivolta a forze dell’ordine e magistrati avrebbe indicato la seguente interpretazione sulle recenti limitazioni di movimento introdotte per arginare il corona virus (pur non escludendo che altre Procure possano regolarsi diversamente): nel proprio quartiere è possibile passeggiare, correre (non in gruppo) e fare la spesa. Fuori dal quartiere gli spostamenti solo per lavoro, salute e assistenza. In caso di accertamento ex post di non veridicità su quanto dichiarato si applica l’art. 650 c.p. ma NON si...
mar112020

I TERMINI D’IMPUGNAZIONE DEGLI ATTI TRIBUTARI NON VANNO IN QUARANTENA.

I procedimenti, pendenti presso tutti gli uffici giudiziari italiani, e i termini a loro collegati verranno sospesi nel periodo dal 9 al 22 marzo. In concreto le udienze fissate in detto intervallo di tempo saranno rinviate d’ufficio. Ciò si applica ove possibile anche al procedimento tributario. Queste sono le nuove disposizioni del DPCM 11 del 8 marzo 2020. Si fa presente che la Commissione regionale del Veneto aveva già adottato tale misura, prevedendo la sospensione fino al 28 marzo delle udienze in tutte le commissioni tributarie provinciali, con eccezione di quei procedimenti...
gen102020

Contravvenzioni, sì all'applicazione della continuazione

Se le violazioni hanno assunto tutte forma dolosa, la continuazione è applicabile anche ai reati contravvenzionali. È quanto emerge dalla sentenza 3 dicembre 2019, n. 49026 (testo in calce) della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione.

Contravvenzioni, sì all'applicazione della continuazione

1 2 3 4 5 6 Avanti

Archivio